Home > politics, social > Spiegare il fenomeno S.B. in 10 punti

Spiegare il fenomeno S.B. in 10 punti

Sono davvero molti, soprattutto all’estero, a chiedersi e a chiederci come sia possibile che tale situazione in Italia perduri. Parliamo di S.B., ovviamente. Qualche buona risposta potrebbe essere trovata in questo decalogo. Dieci punti per metterci in discussione e capire il dove, come e perché della pancia degli italiani. Pancia che, dobbiamo ammetterlo in premessa, ha spesso preso il sopravvento sulle ragioni dell’intelletto… Bene, le avvertenze sono esplicite… non ci resta quindi che augurarvi di non rimanerci troppo male. Il problema, come si vedrà, sembra avere radicamenti difficili da estirpare nel breve periodo…

 1) Fattore umano
Cosa pensa la maggioranza degli italiani? «Ci somiglia, è uno di noi». E chi non lo pensa, lo teme. B. vuole bene ai figli, parla della mamma, capisce di calcio, sa fare i soldi, ama le case nuove, detesta le regole, racconta le barzellette, dice le parolacce, adora le donne, le feste e la buona compagnia. È un uomo dalla memoria lunga capace di amnesie tattiche. È arrivato lontano alternando autostrade e scorciatoie. È un anticonformista consapevole dell’importanza del conformismo. Loda la Chiesa al mattino, i valori della famiglia al pomeriggio e la sera si porta a casa le ragazze. L’uomo è spettacolare, e riesce a farsi perdonare molto. Tanti italiani non si curano dei conflitti d’interesse (chi non ne ha?), dei guai giudiziari (meglio gli imputati dei magistrati), delle battute inopportune (è così spontaneo!). Promesse mancate, mezze verità, confusione tra ruolo pubblico e faccende private? C’è chi s’arrabbia e chi fa finta di niente. I secondi, apparentemente, sono più dei primi.

2) Fattore divino
B. ha capito che molti italiani applaudono la Chiesa per sentirsi meno colpevoli quando non vanno in chiesa, ignorano regolarmente sette comandamenti su dieci. La coerenza tra dichiarazioni e comportamenti non è una qualità che pretendiamo dai nostri leader. L’indignazione privata davanti all’incoerenza pubblica è il movente del voto in molte democrazie. Non in Italia. B. ha capito con chi ha a che fare: una nazione che, per evitare delusioni, non si fa illusioni. In Vaticano – non nelle parrocchie – si accontentano di una legislazione favorevole, e non si preoccupano dei cattivi esempi. Movimenti di ispirazione religiosa come Comunione e Liberazione preferiscono concentrarsi sui fini – futuri, quindi mutevoli e opinabili – invece che sui metodi utilizzati da amici e alleati. Per B. quest’impostazione escatologica è musica. Significa spostare il discorso dai comportamenti alle intenzioni.

Matrimonio gay all'italiana...

Matrimonio gay allitaliana... carro di Carnevale in Germania per evidenziare che da questo status quo la mafia... gode!

3) Fattore Robinson
Ogni italiano si sente solo contro il mondo. Be’, se non proprio contro il mondo, contro i vicini di casa. La sopravvivenza – personale, familiare, sociale, economica – è motivo di orgoglio e prova d’ingegno. Molto è stato scritto sull’individualismo nazionale, le sue risorse, i suoi limiti e le sue conseguenze. B. è partito da qui: prima ha costruito la sua fortuna, accreditandosi come un uomo che s’è fatto da sé; poi ha costruito sulla sfiducia verso ciò che è condiviso, sull’insofferenza verso le regole, sulla soddisfazione intima nel trovare una soluzione privata a un problema pubblico. In Italia non si chiede – insieme e con forza – un nuovo sistema fiscale, più giusto e più equo. Si aggira quello esistente. Ognuno di noi si sente un Robinson Crusoe, naufrago in una penisola affollata.

4) Fattore Truman
Quanti quotidiani si vendono ogni giorno in Italia, se escludiamo quelli sportivi? Cinque milioni. Quanti italiani entrano regolarmente in libreria? Cinque milioni. Quanti sono i visitatori dei siti d’informazione? Cinque milioni. Quanti seguono Sky Tg24 e Tg La7? Cinque milioni. Quanti guardano i programmi televisivi d’approfondimento in seconda serata? Cinque milioni, di ogni opinione politica. Il sospetto è che siano sempre gli stessi. Chiamiamolo Five Million Club. È importante? Certo, ma non decide le elezioni. La televisione – tutta, non solo i notiziari – resta fondamentale per i personaggi che crea, per i messaggi che lancia, per le suggestioni che lascia, per le cose che dice e soprattutto per quelle che tace. E chi possiede la Tv privata e controlla la Tv pubblica, in Italia? Come nel Truman Show, il capolavoro di Peter Weir, qualcuno ci ha aiutato a pensare.

5) Fattore Hoover
La Hoover, fondata nel 1908 a New Berlin, oggi Canton, Ohio (Usa), è la marca d’aspirapolveri per antonomasia, al punto da essere diventata un nome comune: in inglese, «passare l’aspirapolvere» si dice to hoover. I suoi rappresentanti (door-to-door salesmen) erano leggendari: tenaci, esperti, abili psicologi, collocatori implacabili della propria merce. B. possiede una capacità di seduzione commerciale che ha ereditato dalle precedenti professioni – edilizia, pubblicità, televisione – e ha applicato alla politica. La consapevolezza che il messaggio dev’essere semplice, gradevole e rassicurante. La convinzione che la ripetitività paga. La certezza che l’aspetto esteriore, in un Paese ossessionato dall’estetica, resta fondamentale (tra una bella figura e un buon comportamento, in Italia non c’è partita).

6) Fattore Zelig
Immedesimarsi negli interlocutori: una qualità necessaria a ogni politico. La capacità di trasformarsi in loro è più rara. Il desiderio di essere gradito ha insegnato a B. tecniche degne di Zelig, camaleontico protagonista del film di Woody Allen. Padre di famiglia coi figli (e le due mogli, finché è durata). Donnaiolo con le donne. Giovane tra i giovani. Saggio con gli anziani. Nottambulo tra i nottambuli. Lavoratore tra gli operai. Imprenditore tra gli imprenditori. Tifoso tra i tifosi. Milanista tra i milanisti. Milanese con i milanesi. Lombardo tra i lombardi. Italiano tra i meridionali. Napoletano tra i napoletani (con musica). Andasse a una partita di basket, potrebbe uscirne più alto.

7) Fattore harem
L’ossessione femminile, ben nota in azienda e poi nel mondo politico romano, è diventata di pubblico dominio nel 2009, dopo l’apparizione al compleanno della diciottenne Noemi Letizia e le testimonianze sulle feste a Villa Certosa e a Palazzo Grazioli. B. dapprima ha negato, poi ha abbozzato («Sono fedele? Frequentemente»), alla fine ha accettato la reputazione («Non sono un santo»). Le rivelazioni non l’hanno danneggiato: ha perso la moglie, ma non i voti. Molti italiani preferiscono l’autoindulgenza all’autodisciplina; e non negano che lui, in fondo, fa ciò che loro sognano. Non c’è solo l’aspetto erotico: la gioventù è contagiosa, lo sapevano anche nell’antica Grecia (dove veline e velini, però, ne approfittavano per imparare). Un collaboratore sessantenne, fedele della prima ora, descrive l’insofferenza di B. durante le lunghe riunioni: «È chiaro: teme che gli attacchiamo la vecchiaia».

Strip sul celebre ... "bunga bunga"

 8) Fattore Medici
La Signoria – insieme al Comune – è l’unica creazione politica originale degli italiani. Tutte le altre – dal feudalesimo alla monarchia, dal totalitarismo al federalismo fino alla democrazia parlamentare – sono importate (dalla Francia, dall’Inghilterra, dalla Germania, dalla Spagna o dagli Stati Uniti). In Italia mostrano sempre qualcosa di artificiale: dalla goffaggine del fascismo alla rassegnazione del Parlamento attuale. La Signoria risveglia, invece, automatismi antichi. L’atteggiamento di tanti italiani di oggi verso B. ricorda quello degli italiani di ieri verso il Signore: sappiamo che pensa alla sua gloria, alla sua famiglia e ai suoi interessi; speriamo pensi un po’ anche a noi. «Dall’essere costretti a condurre vita tanto difficile», scriveva Giuseppe Prezzolini, «i Signori impararono a essere profondi osservatori degli uomini». Si dice che Cosimo de’ Medici, fondatore della dinastia fiorentina, fosse circospetto e riuscisse a leggere il carattere di uno sconosciuto con uno sguardo. Anche B. è considerato un formidabile studioso degli uomini. Ai quali chiede di ammirarlo e non criticarlo; adularlo e non tradirlo; amarlo e non giudicarlo.

9) Fattore T.I.N.A.
T.I.N.A., There Is No Alternative. L’acronimo, coniato da Margaret Thatcher, spiega la condizione di molti elettori. L’alternativa di centrosinistra s’è rivelata poco appetitosa: coalizioni rissose, proposte vaghe, comportamenti ipocriti. L’ascendenza comunista del Partito democratico è indiscutibile, e B. non manca di farla presente. Il doppio, sospetto e simmetrico fallimento di Romano Prodi – eletto nel 1996 e 2006, silurato nel 1998 e 2008 – ha un suo garbo estetico, ma si è rivelato un’eredità pesante. Gli italiani sono realisti. Prima di scegliere ciò che ritengono giusto, prendono quello che sembra utile. Alcune iniziative di B. piacciono (o almeno dispiacciono meno dell’alternativa): abolizione dell’Ici sulla prima casa, contrasto all’immigrazione clandestina, lotta alla criminalità organizzata, riforma del codice della strada. Se queste iniziative si dimostrano un successo, molti media provvedono a ricordarlo. Se si rivelano un fallimento, c’è chi s’incarica di farlo dimenticare. Non solo: il centrodestra unito rassicura, almeno quanto il centrosinistra diviso irrita. Se l’unico modo per tenere insieme un’alleanza politica è possederla, B. ne ha presto calcolato il costo (economico, politico, nervoso). Senza conoscerlo, ha seguito il consiglio del presidente Lyndon B. Johnson il quale, parlando del direttore dell’Fbi J. Edgar Hoover,

Conseguenze scontate... ecco un cartello in SudTirol per sottolineare chiaramente che ci sono italiani e italiani...

sbottò: «It’s probably better to have him inside the tent pissing out, than outside the tent pissing in», probabilmente è meglio averlo dentro la tenda che piscia fuori, piuttosto di averlo fuori che piscia dentro. Così si spiega l’espulsione e il disprezzo verso Gianfranco Fini, cofondatore del Popolo della libertà. Nel 2010, dopo sedici anni, l’alleato ha osato uscire dalla tenda: e non è ben chiaro quali intenzioni abbia.

10) Fattore Palio
Conoscete il Palio di Siena? Vincerlo, per una contrada, è una gioia immensa. Ma esiste una gioia altrettanto grande: assistere alla sconfitta della contrada rivale. Funzionano così molte cose, in Italia: dalla geografia all’industria, dalla cultura all’amministrazione, dalle professioni allo sport (i tifosi della Lazio felici di perdere con l’Inter pur di evitare lo scudetto alla Roma). La politica non poteva fare eccezione: il tribalismo non è una tattica, è un istinto. Pur di tener fuori la sinistra, giudicata inaffidabile, molti italiani avrebbero votato il demonio. E B. sa essere diabolico. Ma il diavolo, diciamolo, ha un altro stile.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Explain “why S.B” in ten points

 What still happen in Italy? Many, many, especially abroad, to wonder and ask how it is possible that this situation persists in Italy. Let’s talk about S.B., of course. Some good answer might be found in this handbook. Ten points to question and understand where, how and why the belly of the Italians. Belly, we must admit in the introduction, has often taken precedence over intellect reasons … Well, the instructions are clear … so that we can only hope I did not stay too bad. The problem, as we shall see, seems to have roots difficult to eradicate in the short term …

 1) Human Factors 
What do you think the majority of Italians? “It resembles, is one of us.” And who does not think, fear him. B. He loves children, speaks of her mother, understands football knows to make money, love the new houses, hates rules, tells jokes, says the bad words, he loves women, parties and good company. He is a man capable of the long memory amnesia tactics. He came out shortcuts and alternate highways. It is an unconventional aware of the importance of conformity. Loda Church at morning family values ​​afternoon and evening takes home girls. The man is spectacular, and can be forgiven much. Many Italians do not care about conflicts of interest (who does not?) Legal trouble (better judges of the defendants), inappropriate jokes (it’s so spontaneous!). Broken promises, half-truths, confusion between the role of public and private affairs? Some people who gets angry and pretends not to notice. The latter, apparently, are more than the former.

2) God Factor 
B. understood that many Italians applaud the Church to feel less guilty when they do not go to church regularly ignore seven out of ten commandments. The consistency between statements and behaviors is not a quality that we demand from our leaders. The public indignation private front inconsistency is the motive of the vote in many democracies.Not in Italy. B. got to do with those who have: a nation that, to avoid disappointment, no illusions. In the Vatican – not parishes – are content to supportive legislation, and not worry about the bad examples. Of religious movements such as Communion and Liberation prefer to focus on the purpose – to come, then changing and debatable – rather than on the methods used by friends and allies. For B. this setting is eschatological music. It means to move the speech by the behavior of plans.

“Marriage gay all? Italian … Carnival floats in Germany to show that this status quo by the mafia … enjoy! “

3) Factor Robinson 
Every Italian feels alone against the world. Be ‘, if not against the world, against neighbors. Survival – personal, family, social, economic – is a source of pride and proof of genius. Much has been written on individualism national, its resources, its limitations and its consequences. B. started from here: first he built his fortune, credited as a man who has self-made and then built on mistrust of what is shared, over ignorance to the rules, intimate satisfaction in finding a private solution a public issue. In Italy not asked – along with force – a new tax system fairer and more equitable. It bypasses the existing one. Each of us feels a Robinson Crusoe, shipwrecked on a peninsula crowded.

4) Factor Truman
How many newspapers are sold every day in Italy, if we exclude those sports? Five million. Many Italians enter regularly library? Five million. How many site visitors information? Five million. Those who follow Sky Tg24 and Tg La7? Five million. How many watch television programs of study in the late evening? Five million, of every political opinion. The suspicion is that they are always the same. Let’s call it Five Million Club is important? Sure, but does not decide the election. Television – all, not just news – remains central to the characters he creates, for messages that spear, who leaves for the suggestions, for the things he says and especially for those who is silent. And who owns the private TV and controls the public television in Italy? As in the Truman Show, Peter Weir’s masterpiece, someone helped us to think.

5) Factor Hoover 
Hoover, founded in 1908 in New Berlin, now Canton, Ohio (USA), is the quintessential brand of vacuum cleaners, to the point that it has become a common name: in English, “vacuuming” is said to hoover. Its representatives (door-to-door Salesmen) were legendary: tough, experienced, skilled psychologists, implacable distributors of their goods. B. possesses capacity seduction commercial who inherited from previous professions – housing, advertising television – and applied politics. The awareness that the message must be simple, pleasant and reassuring. Belief that repetitiveness pays.The certainty that the external appearance, in a country obsessed with aesthetics, is essential (in a good shape and good behavior, in Italy there is no match).

6) Factor Zelig
Identifying ourselves with the players: a necessary quality in any politician. The ability to transform into them is more rare. The desire to be taught to appreciate B. techniques worthy of Zelig, chameleonic protagonist of the film by Woody Allen. Family man with children (and his two wives, while it lasted). Philandering with women. Young among the young. Essay with the elderly. Night owl among night owls. Worker among workers.Entrepreneur among entrepreneurs. Fan of the fans. AC Milan among Milan fans. Milan with Milan. Lombardo among the Lombards. Between the Italian south. Naples between Naples (with music). Went a basketball game could leave taller.

7) Factor harem 
The obsession with women’s well-known company and then in the Roman political world, has become public domain in 2009, after the appearance at the birthday of eighteen Letizia and testimony on holidays at Villa Certosa and the Palazzo Grazioli. B. at first denied, then he sketched out (“I am faithful? frequently), he finally accepted the reputation (” I’m not a saint ‘). The revelations have not damaged: he lost his wife, but not the votes. Many Italians prefer to self-indulgence, and do not deny that he, after all, what makes them dream. There is only the appearance of erotic youth is contagious, they knew even in ancient Greece (where papers and tissue, however, took advantage to learn). An employee in his sixties, true from the beginning, describes the impatience of B. during long meetings, “It’s clear: he fears that attacks the old-age.

Strip the famous … “Bunga bunga” 

8) Medical factors 
La Signoria – along with the City – is the only political creation of the original Italian. All other – from feudalism to monarchy, from totalitarianism to parliamentary democracy, federalism – are imported (from France, England, Germany, Spain or the United States).In Italy always show something artificial: from clumsiness fascism resignation Parliament current. La Signoria awakens instead automatisms ancients. The attitude of many Italians today to B. reminiscent of the Italians of yesterday to the Lord: we know who is thinking of his glory, and his family’s interests, we hope you think a bit ‘to us. “From being forced to lead lives so difficult,” wrote Joseph Prezzolini, “the Lords learned to be profound observer of men.” It is said that Cosimo de ‘Medici, founder of the Florentine dynasty, was cautious and he could read the character of a stranger with a look. Even B.is considered a formidable scholar of men. To which they claim to admire him rather than criticize, flatter and not to betray him, love him and not judge him.

9) T.I.N.A. Factor 
T.I.N.A., There Is No Alternative. The acronym, coined by Margaret Thatcher, said the condition of many voters. The alternative center-revealed herself unappetising: quarrelsome coalition, proposals vague, hypocritical behavior. The common ancestor of the Democratic Party is indisputable, and B. This is not without it. Twice, suspicion and symmetrical bankruptcy Romano Prodi – elected in 1996 and 2006 torpedoed in 1998 and 2008 – has its garbo aesthetic but proved legacy heavy. The Italians are realistic.Before choosing what they believe is right, they take what seems useful. Some initiatives of B. like (or at least dislike less than the alternative): ICI abolished on the first house, illegal immigration, organized crime, reform of the road. If these initiatives prove successful, many media’ll remember. If you reveal a failure, there are those who undertakes to do forget. Not only that reassures the center-right united, at least since the split center-irritating. If the only way to hold together a political alliance is to possess, B.has quickly calculated the cost (economic, political, nervous). Without knowing it, he followed the advice of President Lyndon B. Johnson, who, speaking of FBI Director J.Edgar Hoover,

“Consequences discounted … here is a sign in the Alps to emphasize clearly that there are Italians and Italians … “

blurted out: “It’s Probably Better To Have Him inside the tent pissing out, Than outside the tent pissing in”, it’s probably better to have it inside the tent pissing out, rather than outside pissing in it. This explains the expulsion and contempt for Gianfranco Fini, co-founder of the People of Freedom. In 2010, after sixteen years, the ally has dared to get out of the tent and it is not clear what his intentions have.

10) Factor Palio 
You know the Palio di Siena? Win, to a district, is an immense joy. But there is a joy as great: witness the defeat of district rival. Work so many things in Italy: industry by geography, culture, administration, the professions to sport (the Lazio fans happy to lose anything to avoid the Inter the Scudetto with Roma). The policy could not be an exception: the tribalism is not a tactic, it is an instinct. While the left to take off, judged unreliable, many Italians would vote for the devil. E B. knows to be evil. But the devil, let us say, has a different style.

Annunci
  1. stripedcat
    22 aprile 2011 alle 16:43

    Signoria+familismo amorale=Italia

    • italian4journalist
      23 aprile 2011 alle 00:46

      Tornati indietro di secoli, mentre il mondo, ora anche quello nord africano, continua nei suoi progressi e si riscatta…

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: