Home > social > Priapo, dalla mitologia greca all’attualità

Priapo, dalla mitologia greca all’attualità

No comment… ci sono situazioni, racconti, testimonianze, denunce, e chi più ne ha ne metta, che non richiedono nessun intervento. E allora, figuratevi la scena che evoca questo racconto che in realtà è più che altro una serie di dichiarazioni messe a verbale. Il contesto lo capirete tra pochi secondi…

“Dopo l’ennesima barzelletta oscena, Berlusconi fa portare una statuetta. É una specie di guscio. Dal guscio esce un omino con un pene grosso. La statuetta ha dimensioni di una bottiglietta d’acqua da mezzo litro. Il pene è visibilmente sproporzionato. Berlusconi fa girare la statuetta tra le ragazze. E chiede loro di baciarne il pene. Le ragazze cominciano a far girare la statuetta. Ne baciano il pene e simulano un rapporto orale. O se lo avvicinano ai seni scoperti. Tutti ridono. Io e Ambra (Battilana, NdA) non ci prestiamo al gioco indecente. Ci sorprende che anche la Bonasia (Roberta, NdA), che il presidente ha presentato a tutti come la sua fidanzata, si presti. È in quel momento che la serata prende una direzione molto diversa da come l’ho immaginata. Le ragazze, visibilmente allegre, cominciano ad avvicinarsi al presidente, si fanno baciare i seni, lo toccano. È una specie di girotondo, le ragazze si dimenano, lo toccano di nuovo, lo stesso fanno con Emilio Fede. A un certo punto il presidente, visibilmente contento, chiede: “Siete pronte per il bunga bunga?”. Le ragazze in coro urlano: “Siii”. Io e Ambra non sappiamo che cosa sia questo bunga bunga, anche se dopo la statuina lo intuiamo. Sono agitata, mi sento male…”.
La dichiarazione è di Chiara Danese. Secondo l’accusa, avrebbe partecipato il 22 agosto 2010 a una delle feste private di Silvio Berlusconi, presso Villa San Martino.
Quel giorno Chiara aveva 18 anni, un mese e 22 giorni.
Ovviamente è tutta un’invenzione, il Bunga Bunga è una citazione da Flaubert e tutta questa ordalia (?) è una montatura ordita da Gianni Barbacetto e Marco Lillo. Ciò detto, le frasi attribute a Chiara meritano dieci piccole riflessioni. ecco altri 10 punti su cui riflettere.

1. Pier Paolo Pasolini, in Salò, c’era andato leggero.
2. Nanni Moretti, ne Il Caimano, non aveva esagerato (ovviamente, quando il film uscì, quelli della sinistra riformista sentenziarono che la scena finale era eccessivamente apocalittica, denotando la consueta lungimiranza che ci ha condotti dritti fin qui).
3. Priapo, nella mitologia greca e romana, non fu accettato dagli dèi olimpici perché tentò di abusare di Estia. Era ubriaco e gli ragliò contro perfino un asino. Da noi, invece, gli asini non solo gli ragliano a favore, ma lo votano pure.
4. Nella saga natalizia di Neri Parenti, gli sceneggiatori proposero una scena del genere, ma perfino Enzo Salvi e Biagio Izzo – noti intellettuali – la ritennero troppo volgare.
5. La reazione dell’elettorato berlusconiano a questo racconto sarà (nell’ordine); a) ”A casa sua uno fa quel gli pare”; b) “Almeno lui scopa” (sottotesto esistenzial-greve: “beato lui”); c) “Meglio il Berlusca che va a donne della sinistra che va coi froci e i trans”; d) “La vostra è tutta invidia”.
6. La sequenza priapica è (sarebbe) una chiara citazione artistica da Servi della gleba di Elio e le Storie Tese (”Schiacci il tasto ed esce lo sfaccimm”).
7. Secondo Daniela Santanché, questo racconto (per quanto falso) dimostra come Silvio Berlusconi abbia innegabilmente a cuore l’emancipazione femminile.
8. Secondo Giorgio Stracquadanio, la statuetta sarebbe stata scolpita da Marco Travaglio, a sua volta ispiratosi chiaramente a Luca Telese.
9. Secondo i sondaggisti, anche questo aneddoto non sposterà di una squisita ceppa il voto dei cattolici (e più in generale degli italiani).
10. Secondo Giuliano Ferrara, Priapo ce l’aveva piccolo. secondo noi, lui nemmeno se lo ritrova sotto tutto quell’adipe…
Buona catastrofe.

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Priapus, from Greek mythology to current

No comment … There are situations, stories, testimonials, complaints which do not require any intervention. So imagine the scene that evokes this story is actually more of a series of statements reported. The context you will understand in a few seconds … 

A mythological figure that, as a well-known critic recently said, probably well represents the multitudes of those who may not excel in that area ... just like S.B.

“After yet another obscene joke, Berlusconi is a lead statuette. It’s kind of nuts. Shelled out a little man with a big penis. The figurine has the size of a half-liter bottle of water.The penis is visibly disproportionate. Berlusconi turns the statue among girls. It asks them to kiss his penis. The girls are starting to turn the statue. He kiss his penis and simulate oral sex. Or if you approach the breasts uncovered. Everyone laughs. Me and Amber (Battilana, note) do not pay to play indecent. Surprising that even the Bonasia (Roberta’s note), that the president has presented to everyone as his girlfriend, you should pay. It is then that the evening takes a direction very different from how I imagined it. The girls, visibly happy, they begin to approach the President, do you kiss her breasts, touch it. It is a sort of circle, the girls wiggle, touch it again, so do with Emilio Fede. At one point the president, visibly delighted, asks: “Are you ready for the bunga bunga?”. The girls scream in chorus: “SIII”. Amber and I do not know what this bunga bunga, although after the statue sense this. I’m excited, I feel bad …. ” 
The declaration is Chiara Danese. According to the indictment, he participated in 22 August 2010 at a private party of Silvio Berlusconi, at Villa San Martino. 
Clare that day was 18, one month and 22 days. 
Of course it’s all an invention, the Bunga Bunga is a quotation from Flaubert and the whole ordeal (?) Is a fabrication concocted by Gianni and Marco Lillo Barbacetto. That said, the sentences to attribute Chiara worth tens of small reflections. here is another 10 points to think about. 

1. Pier Paolo Pasolini in Salò, was gone light. 
2. Nanni Moretti’s The Caiman, was not too much (of course, when the movie came out, those of the reformist left ruled that the final scene was too apocalyptic, denoting the usual far-sightedness that has led us straight to date). 
3. Priapus, the Greek and Roman mythology, was not accepted by the Olympic gods because he tried to abuse Estia. He was drunk and even against a donkey brayed. For us it’s not just the donkeys bray in favor, but the vote as well. 
4. Christmas in the saga of Blacks Parenti, the writers proposed a scene like that, but even Enzo Salvi and Biagio Izzo – known intellectuals – the felt too vulgar. 
5. The reaction of the electorate Berlusconi to this story will be (in order) a) “A home is one that seems to him” b) “At least he fucks” (existential subtext-heavy “lucky man”), c)”Better Berlusca women going to the left that goes with gays and trans” d) “Yours is all envy.” 
6. The sequence is priapic (would be) a clear quote from Art serf Elio e le Storie Tese (“Crush button and exit the sfaccimm). 
7. According to Daniela Santanché this story (though false) Silvio Berlusconi has undeniably shows that at heart the empowerment of women. 
8. According to Giorgio Stracquadanio, the statue was sculpted by Marco Travaglio, in turn, clearly inspired by Luca Telese. 
9. According to pollsters, even this story will not move an exquisite Ceppa the Catholic vote (and more generally of the Italians). 
10. According to Giuliano Ferrara, Priapus had it small. In our opinion, even if he finds it in all quell’adipe … 
Good disaster. 

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: