Home > Uncategorized > Ecco un’altro “porto delle nebbie”?

Ecco un’altro “porto delle nebbie”?

Alle nove e dieci di sera arriva una telefonata dalla Corte di Cassazione. Abbracci, commozione. Un’esultanza quasi da stadio: «Questa è una bomba!». A quattro giorni dell’inizio del processo alla cricca, cambia tutto. Non più Firenze, ma Roma. Cambia il giudice competente. E anche il destino – almeno quello immediato – di Angelo Balducci, Fabio De Santis, Guido Cerruti e Francesco Maria De Vito Piscicelli, in carcere da febbraio. Presto, prestissimo dovrebbero tornare in libertà.

Forse già oggi. La suprema corte ha deciso che è la Procura di Roma a doversi occupare dell’indagine sull’appalto per la scuola dei Marescialli di Firenze. Se c’è stato accordo corruttivo fra l’imprenditore fiorentino Riccardo Fusi e i vertici della struttura romana della Ferratella, si è sancito nella capitale. Ecco perché è stata disposta «l’immediata trasmissione degli atti».

Il professor Alfredo Gaito, che con l’avvocato Remo Pannain, difende proprio l’ex provveditore alle opere pubbliche della Toscana Fabio De Santis, dice: «E’ il ripristino di una legalità violata. C’era stata un’imposizione di competenza. Ora la Cassazione incomincia a fare ordine. Gli atti vanno alla procura di Roma, mentre i termini per la custodia preventiva sono ampiamente scaduti. Il giudizio immediato non incomincia neppure, si torna al rito ordinario».

La prima udienza del processo, convocata per martedì mattina alle 9, non ha più ragione d’esistere. Lo sa benissimo il procuratore capo di Firenze, Giuseppe Quattrocchi: tre anni di indagini, una montagna di carte e ipotesi d’accusa, tutto deve passare di mano. «E’ una sentenza della Cassazione – dice pacatamente – non si può che prenderne atto e rispettarla.

Noi siamo sempre stati convinti che l’accordo corruttivo si sia verificato a Firenze, un parere confortato prima dal giudice per le indagini preliminari e poi dal Tribunale del Riesame». E invece, dopo gli atti sulla Protezione Civile rimbalzati da Roma a Perugia, ora se ne va anche il filone sulla scuola dei marescialli.

A QUATTRO GIORNI DELL’INIZIO DEL PROCESSO, ACCOLTE LE RICHIESTE DEGLI INCRICCATI SULLA COMPETENZA. E TUTTO SI SPOSTA DA FIRENZE NELLA MAGICA ROMA DI PIAZZALE CLODIO – SALTA IL RITO BREVE, PRESTO LIBERI BALDUCCI E DE SANTIS – LA BEFFA PER IL PROCURATORE DI FIRENZE QUATTROCCHI: TRE ANNI DI INDAGINI, UNA MONTAGNA DI CARTE E IPOTESI D’ACCUSA, TUTTO DEVE PASSARE DI MANO …

A Firenze resta nulla: «Provare amarezza in questo momento potrebbe nascondere una presunzione che contrasta con il principio stabilito dalla Corte di Cassazione – spiega il procuratore Quattrocchi – siamo sereni. A Firenze è stato fatto un lavoro investigativo straordinario, di elevatissimo livello tecnico. Di certo non proveremo amarezza se i frutti di questo lavoro saranno raccolti dalle autorità competenti».

Roma, quindi. L’avvocato Vincenzo Dresda difende Guido Cerruti: «Siamo molto soddisfatti. La competenza territoriale non è un cavillo da avvocati, ma un principio costituzionale che va garantito. Noi abbiamo sempre creduto che il giudice naturale fosse quello di Roma».

Il ricorso presentato dai legali di De Santis e Cerruti salva in extremis anche gli altri due imputati. I difensori di Balducci e Piscicelli avevano tentato un’altra strada, chiedendo la nullità del processo. Ora la suprema corte stravolge la scena per tutti. Ancora non si conoscono le motivazioni della sentenza. Ma la sostanza è semplice. Per i pm fiorentini l’accordo corruttivo era avvenuto in un albergo di Firenze fra Fusi e Piscicelli, in veste di intermediario della cricca. Per gli avvocati, invece, non può esistere corruzione per interposta persona. Hanno avuto ragione.

Cosa succederà con le restrirzioni cautelari? I principali imputati tiusciranno a tornare intanto a casa? Una nebbolina si alzerà con il ponentino per oscurare tutto questo lavoro? Chissà. queste di oggi sembrerebbero essere solo strane ipotesi di magistrati e giornalisti pessimisti…  Incrociate le dita, il silenzio da sempre uccide la verità… 

Annunci
Categorie:Uncategorized
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: